Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Le tecniche di immagine

Le tecniche di immagine usate per la diagnosi dell’HCC e delle lesioni epatiche, permettono di:

1) individuare la lesione,
2) valuta le caratteristiche del nodulo,
3) stadiare (valutare la diffusione di malattia)

Le tecniche prese in considerazione sono l’ecografia, la RMN e la TAC.

Ecografia: è semplice, economica e non invasiva, rappresenta una dei primi esami utilizzati durante il processo di stadiazione, ma soprattutto per la diagnosi. Nei pazienti con HCC essa viene utilizzata per determinare la localizzazione e le dimensioni del tumore e per stabilire se è solido o cistico.

TAC: è la migliore tecnica per lo studio del tumore e la sua stadiazione. Definisce accuratamente il numero di lesioni presenti e la loro relazione con i vasi del fegato, inoltre viene utilizzata anche per quantificare la risposta ai diversi trattamenti. Possiamo affermare che tale metodica ha decisamente migliorato la capacità di diagnosticare ed identificare gli HCC di medie e grandi dimensioni, mentre rimane difficoltosa la precisa identificazione delle lesioni piccole.

RMN: è una delle tecnologie più avanzate disponibile attualmente, permette la diagnosi spesso anche di lesioni intorno al centimetro, ma non è un’indagine sempre accessibile e da eseguire come prima scelta.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!