Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

hcc

nessuno
gentili medici, chiedo cortesemente un parere sulla terapia consigliata a mio padre e le eventuali aspettative di vita . allego diagnosi e parere di uno dei medici sulla terapia . grazie. diabetico insulino dip. epatite cronica hcv crrelata (agobiopsia 2005: moderata attività infiammatoria e moderata fibrosi), genotipo 1b. trattato con coclo di terapie antivirale peg-interferone a2b 80mcg/w e ribavirina 1000mg/die, ma terapia interrotta al terzo mese per mancata compliance del paziente. maggio 2013 esame elastometrico tramite fibroscan che ha documentato un valore di stiffness di 14.1kpasc compatibile con fibrosi digrado severo. anamnesi negativa per episodi di scompenso ascisctico, emorragia digestiva superiore (egds 10.2013: assenza di varici) ed encefalopatia portosistemica. in considerazione dell'età, della scarsa compliance alla terapia precedente, non è stata posta indicazione ad un ritrattamento antivirale con peginterferone, ribavirina ed inibitore delle proteasi. poichè il controllo ecografico del 09 giugno 2014 ha documentato una lesione focale epatica ipoecogena di 24 mm ø, in s4, il paziente è stato sottoposto a tac addome che ha mostrato un comportamento contrastografico della lesione compatibile con hcc. in considerazione della sede della lesione (al davanti della biforcazione della vv porta) vi è indicazione a trattamento con chemioembolizzazione transarteriosa.
Dott.ssaA.GrisoliaMedico specialista in Malattie Infettive.
AO Papa Giovanni XXIII Bergamo

gentile utente per rispondere in maniera esaustiva alle sue domande occorrerebbe una valutazione clinica approfondita e la visione diretta degli esami ed in particolare delle immagini tc. in base ai dati che mi ha fornito l'approccio proposto dai colleghi mi sembra corretto. quanto alla prognosi questa è sempre molto difficile da formulare anche quando si è in possesso di tutte le informazioni; ad ogni modo direi che l'aspettativa di vita non dipende tanto dalla nuova diagnosi di tumore quanto dallo stadio di patologia epatica già scompensata (ascite, encefalopatia) oltre che dall'età e dalle comorbidità. cordiali saluti

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione