Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

ecografia epatobiliare e pancreatica

caro professore mi rivolgo a lei per avere chiarimenti su questo esame eseguito a mio padre di 69 anni affetto da tumore neuroendocrino ileale. diabete. cardiopatia. artride reumatoide psorisiaca. dopo un periodo invalidante costretto a letto o sedia a rotelle, a causa dell'artrite, grazie ad una serie di farmaci che gli hanno prescritto ha trovato un equilibrio.
da molti mesi che è autosufficente, guida, è totalmente attivo.
le faccio presente che mio padre non è e non è stato alcolista.

potrebbe aiutarmi a capire cosa è stato evidenziato dall'ecografia?
riporto quanto scritto nella sezione domanda.
fegato di volumi ai limiti superiori ad ecostrutturaiperecogena senza attenuazione in profondità del fascio ultrasuono (steatosi lieve). in sede pericolecistica e al di sopra della biforcazione portale, sono preseni due aree ipocogene a margini sfumati, del diametro di 28 mm e di 25mm, da riferire verosimilmente ad aree di risparmio ( steatosi focale). si conferma la presenza a livello del ii segmento un'immagine ipoecogena del diametro di circa 14 mm.. venaporta di calibro ai limiti sueriore. colecisti distesa con pareti di normale spessore. nel lume sono presenti multiple immagini iperecogene subcentimetriche,non proiettabili cono d'ombra e mobili con le variazioni di decubito, ed um'immagine litiasica del diametro di 1 cm. vie biliari intra ed extra epatiche non dilatate. via biliare principale di normale calibro all'ilo milza di volume aumentato ed ecostruttura omogenea. pancreas mal visualizzabile per interposizione di ansa colica, ed ecostruttura iperecogena. dotto di wirsung non visibile.
Dott.ssaC.Di BenedettoMedico specialista in Medicina Interna.
USC Gastroenterologia 1
AO Papa Giovanni XXIII Bergamo

l'ecografia epatica appare compatibile con un accumulo di grasso nel fegato, anche le aree di risparmio descritte sono da riferire a questa problematica, mentre l'immagine a livello del ii segmento non viene chiaramente definita poiché appare già nota, pertanto la invito rivolgersi al medico che segue suo padre per le patologie in anamnesi per ricevere maggiori informazioni anche alla luce di una maggior conoscenza dei dati clinici e anamnestici.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione