Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

com'è possibile intervenire in caso di colangiocarcinoma al fegato

buongiorno,
sono s.spampinato, figlio della paziente. da una visita gastroenterologica con annessa ecografia addome è stata riscontrata "una lesione disomogenea epatica di mm 60 circa a margini irregolari, con lesione epato-pancreatica di mm30 circa e lesioni pericolecistici. multipli noduli tiroidei disomogenei." il gastroenterologo ci ha consigliato di eseguire una tac addome completo con contrasto il prima possibile(9.01.17), dalla quale si evince una voluminosa lesione ipodensa a contorni lobulati in sede centro-epatica subito al di sotto delle confluenze delle sovra-epatiche con la cava inferiore. tale lesione che presenta diametro massimo assiale di circa 8 cm infiltra la sovra- epatica media e il tratto intra-epatico della vena cava inferiore e si estende all'epatico (infiltrando completamento la vena porta) e in sede gastrica sinistra con infiltrazione dell'arteria epatica comune e della gastrica sinistra. tale reperto avvolge l'stmo pancratico e si estende in sede porto-cavale e alla lamina retro-portale. iniziale dilatazione delle vie biliari intra epatiche a monte della lesione sopra descritta. sono presenti vistosi circoli collaterali venose in sede pericolecistica che circondano il dotto cistico. colecisti a pareti finemente ispessite a contenuto disomogeneo con minima ed emaparietale.
millimetrici linfonodi alla radice del mesentere.
ispessimento diffuso della fascia latero-conale a destra. non si documentano alterazioni densitometriche al parenchima splenico, renale e surrenalico.
vescica urinaria a pareti finemente ispessite. nulla da segnalare a carico dell'utero. varicocele delle vene para-uterine ed ovarica. assente versamento libero in cavità peritoneale e retroperitoneale.
conclusioni:la lesione segnalata in sede centro- epatica appare compatibile per le sue caratteristiche con colangiocarcinoma, meritevole di verifica istologica."
dopo questo referto mia madre è stata ricoverata per fare degli accertamenti in vista di una eventuale biopsia che però non le è stata fatta in quanto non presentava valori in linea ovvero bilirubina alta ed ittero.
attualmente effettua iniezioni di tad 600 (1 al dì) e spasmex.
il medico che sta seguendo mia madre non ha dato grandi spiegazioni in merito. non ho un quadro ben chiaro di ciò che ha mia madre e vorrei sapere se c'è modo di fare abbassare bilirubina per poter fare biopsia ed eventuale chemio? ci sono dei trattamenti ai quali si può sottoporre? ci sono dei centri specializzati per casi del genere in sicilia? esistono centri o strutture specializzate ad orientarci in questa situazione? nell'attesa di un suo riscontro, la ringrazio e le porgo cordiali saluti. s.spampinato
Dott.ssaC.Di BenedettoMedico specialista in Medicina Interna.
USC Gastroenterologia 1
AO Papa Giovanni XXIII Bergamo

gentile utente un quadro clinico così complesso non può certamente venire interpretato correttamente attraverso questo servizio, la invito quindi a rivolgersi direttamente alla nostra associazione scrivendo nella sezione contatti per suggerimenti in merito a strutture sanitarie adatte alle sue esigenze nella sua regione.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione