Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

un suo parere

un anno e mezzo fa mio padre è stato ricoverato per un fortissimo ittero accompagnato da un prurito fortissimo e da forti dolori all’addome. e’ stata fatta una gastroscopia che diagnosticava un tumore alle vie biliari con una massa che ostacolava il deflusso della bile. hanno provato ad operarlo per togliere stomaco, fegato ed intestino, ma dato che il cuore non reggeva hanno solamente creato un “ponte” che permettesse il deflusso della bile e gli sono stati dati al massimo 6 mesi di vita. durante l’operazione è stata eseguita una biopsia (in più parti) il cui esame istologico con grande sorpresa di tutti è risultato completamente negativo. a questo punto a mio padre non è stata fatta alcuna terapia, ma il primario che l’ha operato mi ha detto di aspettarmi una ricaduta..secondo lui sarebbe comunque ci troviamo davanti ad un tumoreaggressivo ed in stato avanzato. ora, da circa 1 mese mio padre non si sente bene e da un’ecografia fatta 2 giorni fa risultano 4 noduli al fegati, è tornato inoltre l’ittero, il prurito (anche se un po’ più lieve),dolori addominali e l'urina è nuovamente scura.
io non so più cosa pensare. mi da un suo parere in merito?e' possibile che ci sia un tumore anche davanti ad esami istologici risultati negativi?secondo lei i noduli visti dall'ecografia è il dilagare del tumore? grazie
Dott.ssaG.MaginiMedico Specialista in Medicina Interna Ospedali Riuniti Bergamo

spesso i tumori delle vie biliari sono di difficile diagnosi istologica (i referti istologici parlano di quadro dubbio o di tumori estremamente indifferenziati, ma raramante l'esame istologico del pezzo operatorio è completamente negativo). per esprimere un parere corretto avrei bisogno di vedere la documentazione ma è verosimile che il parere dei medici che la hanno in cura sia corretto perchè si tratta di tumori molto indsidiosi e di difficile diagosi. è verosimile che le leisoni epatiche rappresentino una ripresa della malattia ma anche per questo avrei bisogno della documentazione radiologica. le consiglio, eventualmente un secondo parere epatologico.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione